Lifting delle Braccia

Lifting delle Braccia

Il lifting delle braccia, o brachioplastica, è un intervento volto alla rimozione dell’eccesso di pelle e di tessuto adiposo dalla superficie interna delle braccia.

Il lifting delle braccia, o brachioplastica, è un intervento volto alla riduzione dell’eccesso di pelle presente sulla superficie interna delle braccia. Tale eccesso può essere conseguenza di due condizioni: un importante calo ponderale, come per esempio si verifica in pazienti ex obesi sottoposti a chirurgia bariatrica, o come conseguenza di un rilassamento cutaneo dovuto all’età.

I pazienti sottoposti a chirurgia bariatrica che vanno incontro ad un ingente calo ponderale, presentano, una volta consolidata la perdita di peso, e dunque a distanza di almeno un anno dall’intervento, una ridotta elasticità dei tessuti che si accompagna alla discesa dell’eccesso di cute oramai svuotata del tessuto adiposo. Tale lassità si può rendere evidente in tutte le aree del corpo che sono andate incontro a dimagrimento e quindi anche nelle braccia, comportando spesso per il paziente una situazione di disagio soprattutto nell’indossare indumenti in cui le braccia rimangono scoperte.

Ma anche il semplice avanzare dell’età può portare la pelle delle braccia a rilassarsi e a favorire l’accumulo di tessuto adiposo. Il risultato sono le poco estetiche “braccia a bandiera”, un difetto a volte difficile da trattare persino chirurgicamente. Le soluzioni chirurgiche, infatti, fino a diversi anni fa davano scarsi risultati ma il progresso delle tecniche medico-chirurgiche consente di ottenere oggi braccia toniche e giovanili. Il lifting delle braccia, è l’intervento di chirurgia estetica che mira all’eliminazione del grasso e della cute in eccesso nelle braccia. I risultati sono generalmente durevoli nel tempo e contribuiscono a slanciare la figura e a migliorare l’aspetto generale del corpo.

L’intervento, che dura generalmente dai 30 ai 60 minuti, avviene generalmente in anestesia locale e in regime di Day Hospital, anche se il chirurgo può decidere di svolgerlo in anestesia generale in particolari occasioni (in questo caso può essere richiesto il ricovero del paziente una notte). Il lifting delle braccia, a seconda dei casi, può prevedere una prima fase in cui, attraverso una piccola incisione, si procede alla liposuzione del tessuto adiposo in eccesso e una seconda fase che prevede la rimozione della cute sovrabbondante. 

Generalmente questa è realizzata attraverso un’incisione localizzata o lungo il solco ascellare, nel caso di rimozione di piccole quantità di tessuto cutaneo e adiposo, o lungo il solco bicipitale per asportazioni di tessuto maggiormente abbondante. In questo caso la cicatrice si estenderà dal cavo ascellare alla piega del gomito. L’intervento si conclude con l’applicazione dei punti di sutura e di un bendaggio elastico che dovrà essere tenuto almeno per una settimana. Successivamente sarà sostituito con una fascia elastica compressiva che dovrà essere mantenuta per circa 1 mese. Le cicatrici che rimangono dopo questo intervento si rendono meno evidenti con il tempo, ma sono permanenti. Nelle prime settimane, le cicatrici appaiono spesso peggiorare, divenendo più rosse ed evidenti. E’ necessario attendere 9-12 mesi perché le cicatrici maturino definitivamente e diventino meno evidenti.